Economia e Finanza

Maersk, previsioni finanziarie positive per il secondo trimestre 2024

Secondo il colosso danese ci sarà un aumento dei noli delle spedizioni marittime containerizzate

Copenaghen – Maersk guarda al futuro con fiducia e alza l’asticella rispetto alle previsioni iniziali sulla performance finanziaria del 2024. La compagnia danese ipotizza una maggiore congestione dei porti, in particolare in Asia e in Medio Oriente, ma anche un aumento dei noli delle spedizioni marittime containerizzate vista la crisi nel Mar Rosso. “Questi fattori porteranno ad un miglioramento dei risultati finanziari nella seconda metà del 2024”, spiega Maersk.

Si prevede un Ebitda da 7 a 9 miliardi di dollari e un Ebit da 1 a 3 miliardi di dollari, un andamento decisamente migliore rispetto alle precedenti stime: rispettivamente da 4 a 6 miliardi e da -2 a 0 miliardi di dollari. “Nell’ultimo mese, il mercato del trasporto container è entrato in una nuova fase, a causa delle interruzioni dovute alla crisi nel Mar Rosso e degli effetti a catena sulle catene di approvvigionamento mondiali. Mentre la domanda di trasporto container rimane forte, l’offerta ha subito un impatto negativo a causa di mancate partenze, rotte più lunghe e ritardi che hanno portato a una maggiore congestione in diversi porti strategici dell’Asia e del Medio Oriente. Questo squilibrio tra domanda e offerta ha avuto un effetto immediato e profondo sui noli”, ha dichiarato Vincent Clerc, ceo di Maersk.