Cantieri&Difesa Logistica

Maersk punta sul metanolo e ordina quattro nuove portacontainer

La contromossa del gigante danese dopo il sorpasso di Msc: in arrivo altre navi con il sistema di propulsione green.

Milano – Maersk è pronta a spendere circa 700 milioni di dollari per espandere nel numero la propria flotta di navi portacontainer neo-panamax a doppia alimentazione a metanolo, portando il toale a 12 unità. Il colosso dabese, secondo quant riportano diversi media, ha annunciato di voler sfruttare quattro slot opzionali che detiene presso i cantieri coreani di Hyundai Heavy Industries che serviranno per la costruzione di portacontainer da 16.000 teu.

Maersk si è assicurata le opzioni nel 2021, quando la società aveva prenotato otto navi alimentate a metanolo con consegna prevista tra febbraio e novembre del 2024. Queste quattro nuove unità sono destinate a portare gli investimenti della società in nuove costruzoni con propulsione a metanolo a un totale di 2,1 miliardi di dollari.

Le navi di Maersk sono valutate 175 milioni di dollari ciascuna, lo stesso prezzo delle precedenti otto nuove costruzioni ordinate dalla società. HHI dovrebbero consegnare le quattro navi nel 2025.