Crociere

Medici e infermieri in crociera e super sconti: ecco come le compagnie provano a battere la nuova ondata di Covid

Msc applica forti riduzioni al personale sanitario “per essere in prima linea a combattere contro la pandemia”. In Grecia le entrate del settore superano di poco i 115 milioni di euro.

Milano – Le compagnie da crociera hanno dato vita a una campagna di offerte speciali per aumentare le prenotazioni mentre continua a salure l’impatto della pandemia di coronavirus apparentemente senza fine.
MSC Crociere ha già messo in campo forti sconti fino al 50% per gli operatori sanitari.
Celestyal, un operatore greco di nicchia, ha annunciato mercoledì offerte simili per i clienti che desiderano prenotare il loro viaggio entro il 31 marzo.

Medici in crociera

“Il nostro grazie va a tutti i professionisti del settore sanitario, ai servizi e agli studi medici, alle strutture e autorità sanitarie che hanno combattuto in prima linea contro la pandemia globale Covid-19. A te che hai rischiato la tua stessa vita per salvare quella delle altre persone, che hai compiuto gesti straordinari e fatto sacrifici per gli altri, grazie.Il tuo lavoro e impegno ci hanno aiutato anche a lanciare il nostro nuovo protocollo di Salute e Sicurezza e vogliamo esprimere un sincero ringraziamento per gli sforzi disinteressati e instancabili compiuti in questo periodo. Per dirti “Grazie”, siamo onorati di offrirti uno sconto fino al 50% sulla quota crociera”, ha affermato MSC.
Celestyal, che a novembre è stata rilevata da Searchlight Capital, società di private equity, non fa distinzione tra i clienti che desiderano usufruire dei suoi sconti, ma limita le offerte a crociere selezionate per tutto il 2022.
Der Spiegel ha raccontato che MSC è soddisfatta della “buona domanda” tra gli operatori sanitari.

Le crociere in Grecia

Le entrate del settore crocieristico greco sono salite a 116 milioni di euro tra gennaio e ottobre 2021, secondo i dati della Banca centrale di Atene. Nonostante la ripresa dello scorso anno, l’industria crocieristica globale continua a rsubire un impatto notevole per la pandemia. Il Brasile ha chiesto alle compagnie di crociera di sospendere le operazioni nel Paese fino al 21 gennaio a causa dell’aumento dei casi a bordo. Il 10 gennaio, Royal Caribbean International ha posticipato alcuni viaggi per le crescenti preoccupazioni sulla variante Omicron. E Norwegian Cruise Line, un altro attore importante, ha recentemente cancellato otto partenze della flotta, con cancellazioni, spiega Tradewinds, che andranno avanti fino ad aprile.