Economia e Finanza Shipping e Logistica

Container, i margini operativi degli armatori tornano sotto lo zero. Ma le previsioni per il 2024 sono difficili

Il margine operativo trimestrale medio riporta le compagnie ai livelli visti l’ultima volta all’inizio del 2018

Genova – I margini operativi medi dei principali armatori mondiali attivi nel trasporto container “sono scesi sotto lo zero, a un valore stimato del -3%, nell’ultimo trimestre del 2023, segnando il primo risultato negativo per il settore negli ultimi anni” secondo l’ultimo report di Alphaliner. Il margine operativo trimestrale “riporta le aziende ai livelli visti l’ultima volta all’inizio del 2018, ed è inferiore alla media del -0,2% registrata nel decennio precedente al Covid-19”, aggiunge la società di consulenza. Secondo il capo analista di Xeneta, Peter Sand, “i risultati del quarto trimestre 2023 dimostrano che ci sono significative sfide finanziarie nel futuro degli armatori”. Certo è che fare previsioni per il 2024, alla luce della situazione geopolitica internazionale, è più che mai difficile.

L’ultimo rapporto di Alphaliner analizza i risultati delle nove maggiori compagnie di linea che rendono pubblici i loro resoconti finanziari ogni trimestre, e non include pertanto Msc, leader del settore, che non diffonde mai i propri conti economici. L’ingresso in territorio negativo del margine operativo arriva dopo che sei dei nove armatori hanno registrato perdite operative negli ultimi tre mesi dell’anno, includendo per la prima volta compagnie come Hapag-Lloyd e One.

Nel complesso il margine operativo medio si è mantenuto positivo nel corso dell’anno, attorno al 4%. Per le grandi compagnie la marginalità continua ad essere più elevata rispetto al 2019. “Tuttavia, Zim e le taiwanesi Yang Ming e Wan Hai Lines hanno registrato perdite operative, e quindi margini negativi, durante tutto l’anno, il che rappresenta una riduzione del deficit più rapida del previsto”, sottolinea Alphaliner.

Maersk, il secondo armatore di linea al mondo, ha registrato il margine operativo più basso nel quarto trimestre, in calo del -12,8%, ma è rimasto positivo per l’intero anno (6,6%).