Crociere Interviste

Il buffet è salvo, stop alle escursioni “fai da te”: testato il nuovo modello MSC

Genova – “La nostra priorità è la salute dei clienti e dell’equipaggio. Abbiamo fatto tutto il possibile per varare un protocollo che fosse in grado di conciliare sicurezza e divertimento. Pensiamo di esserci riusciti”. Lo ha detto il CEO di MSC Crociere Gianni Onorato poco prima della partenza di Grandiosa dal porto di Genova.

MSC Grandiosa è la prima nave a ripartire dopo il lockdown del settore crocieristico in Italia. A Genova sono saliti circa 1.100 passeggeri, in gran parte italiani. Il 70% ha prenotato la vacanza senza essere in possesso di un voucher. Un dato che gli addetti ai lavori definiscono “incoraggiante”.

“Siamo felici di esserne tornati a navigare – ha detto Onorato – prima di tutto per i nostri dipendenti e per tutti coloro che vivono di crociere. Il lockdown, secondo stime attendibili, ci costerà il 70% del fatturato. Ma i segnali che arrivano dalle prenotazioni per il 2021 sono incoraggianti. La gente ha voglia di crociera. Non a caso non abbiamo cancellato ordini. Siamo sicuri che il settore tornerà a crescere”. Per quanto riguarda i servizi a bordo, Onorato ha garantito che “nulla è stato cancellato, ma solamente rivisto e adattato alla situazione. Il buffet, per esempio, è rimasto al suo posto: sarà un buffet servito e non self service, ma non è stato cancellato come si temeva. Stesso discorso vale per l’animazione. I passeggeri non potranno essere coinvolti fisicamente, ma posso assicurare che il divertimento non mancherà. Insomma: a bordo si vivrà un’esperienza coerente con il momento. Esattamente come accade al ristorante o in albergo”. Grandi cambiamenti sono previsti, però, in materia di escursioni a terra. “Non possiamo consentire escursioni fai da te. Chi scende deve farlo nella massima sicurezza. Autisti e guide turistiche saranno sottoposti a tampone e i mezzi di trasporto saranno sanificati costantemente

A tutti gli ospiti di Grandiosa stato consegnato un braccialetto MSC for Me in omaggio, che consente di effettuare tutte le operazioni in modalità contactless, come l’apertura della porta della cabina o i pagamenti, e contribuirà anche di tracciare, se necessario, i contatti di prossimità. Inoltre, si legge in un comunicato di MSC, nelle ultime settimane, tutti i membri dell’equipaggio sono stati sottoposti a misure di screening sanitario altrettanto rigorose, che hanno incluso 3 test Covid-19 effettuati in diversi momenti e un periodo di isolamento prima di iniziare le attività di bordo. Ogni membro dell’equipaggio sarà poi regolarmente sottoposto ad ulteriori test e verrà attentamente monitorato anche il suo stato di salute.