Crociere e Traghetti

Msc: “Opera, incidente dovuto a vizio dell’impianto elettrico risalente alla costruzione”

Ginevra – “Con riferimento agli articoli pubblicati oggi da alcuni quotidiani relativi all’incidente occorso a Msc Opera a Venezia il 2 giugno 2019, Msc prende atto delle conclusioni della relazione tecnica presentata dai consulenti della Procura, alla quale replicherà – nei termini di legge – evidenziando una serie di elementi che appaiono essere stati trascurati”: lo fa sapere la compagnia fondata da Gianluigi Aponte.

“Allo stesso tempo, la compagnia fa notare che la relazione attribuisce in modo chiaro l’avaria ad un vizio dell’impianto elettrico risalente alla fase di costruzione della nave; vizio che non poteva essere identificato dalle regolari verifiche a cui la nave è sempre stata regolarmente sottoposta. I consulenti del Pubblico Ministero riconoscono, inoltre, che l’intervento in emergenza compiuto da personale di bordo della nave è stato in grado di minimizzare i danni. La stessa relazione tecnica attesta, infine, che la nave aveva perfettamente e recentemente superato tutte le verifiche di classe e statutarie, e che le procedure di emergenza previste dalla Compagnia erano tutte adeguate”.