Traghetti

Naufragio del traghetto Norman Atlantic, chiesta la condanna per 23 persone

I Ministeri dell’Interno e della Difesa hanno chiesto il risarcimento di danni patrimoniali per un totale di 2,3 milioni di euro, e un danno non patrimoniale di 1,1 milione di euro

Bari – La Procura della Repubblica di Bari ha chiesto 23 condanne a pene fino a nove anni di reclusione e un’assoluzione al termine della requisitoria del processo per il naufragio del traghetto Norman Atlantic, avvenuto a largo delle coste albanesi nella notte tra il 27 ed il 28 dicembre 2014.

L’incidente provocò la morte di 31 persone e il ferimento di 64 passeggeri. In particolare, i pm Ettore Cardinali e Federico Perrone Capano, secondo quanto riportano i media locali, hanno chiesto 9 anni per Carlo Visentini, legale rappresentante della società Visemar di Navigazione, il comandante della nave, Argilio Giacomazzi, e Ioanni Vardinogianni, rappresentante legale di Anek Lines. Per i tre, che rispondono di naufragio e omicidio plurimo colposo con l’aggravante della colpa cosciente, è stata avanzata la richiesta d’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

La Procura ha chiesto anche la condanna delle due società imputate al pagamento di sanzioni pecuniarie quantificate in 400 mila euro per Visemar (con l’attenuante di aver risarcito vittime) e 600 mila euro per Anek.

La Procura ha poi chiesto la condanna per gli stessi reati a una pena di 8 anni per Georgios Katsavenaki, legale rappresentante Anek, e Pavlos Fantakis, supervisore a bordo della stessa azienda; 7 anni sono stati chiesti per Gianluca Assante, primo ufficiale di macchina, e Antonio Gadaleta, elettricista di bordo, e 6 anni per Luigi Iovine, responsabile della sicurezza a bordo. Per alcuni membri dell’equipaggio, accusati di omicidio colposo per alcune delle morti, è stata avanzata la richiesta di condanna a pene fino a quattro anni.

I Ministeri dell’Interno e della Difesa hanno chiesto il risarcimento di danni patrimoniali per un totale di 2,3 milioni di euro, e un danno non patrimoniale di 1,1 milione di euro.