Yacht

Nautica, al Boot di Düsseldorf il Lomac più veloce di sempre

A firmare design e linee d’acqua del Granturismo 12.0 è stato Federico Fiorentino, yacht designer Italiano

Sessanta nodi di velocità in vetrina a uno dei più importanti appuntamenti dello yachting mondiale. Per la prima volta nella sua storia un gommone di Lomac – cantiere nautico milanese della famiglia Lo Manto – ha fatto registrare oltre 60 nodi di velocità massima. Un test in acqua che ha esaltato il perfetto connubio fra le qualità progettuali e costruttive del GranTurismo 12.0 e la potenza dei nuovissimi Mercury Verado V10 da 350 cavalli.

“Siamo estremamente felici di questo storico risultato che dimostra non solo una costante innovazione ed evoluzione delle nostre imbarcazioni in oltre 60 anni, ma anche la perfetta ‘marinità’ degli scafi e delle geometrie di carena che riescono a sfruttare al meglio le potenzialità dei motori di ultima generazione, proprio come nel caso dei nuovi Mercury Verado V10 ”, dichiara Paolo Lo Manto, direttore vendite del cantiere lombardo.

A firmare design e linee d’acqua del Granturismo 12.0 è stato Federico Fiorentino, yacht designer Italiano di talento che collabora con il cantiere lombardo da ormai una decina d’anni. “La sua grande esperienza nel mondo degli yacht di lusso e da corsa, unita all’esperienza dello studio tecnico interno di Lomac nella progettazione di carene ad alte performance, anche per mezzo di studi CFD specifici, ha dato vita a un gommone dalla doppia anima: confortevole in crociera e corsaiolo in planata. Grazie poi all’installazione dei nuovissimi Mercury Verado V10, la sua carena, realizzata per infusione sottovuoto con il ricorso a resine vinilestere e gelcoat neopentilico, riesce a volare sull’acqua a più di 60 nodi di velocità”, si legge nella nota stampa.