Yacht

Nautica, completata la riunificazione delle associazioni

Genova – Il Consiglio Generale di Confindustria Nautica, riunito a Genova, ha formalizzato le adesioni dei nuovi soci e ha avviato il processo per l’integrazione degli organi direttivi dell’associazione a livello di consiglio e di assemblee di settore.  In questo senso è stato avviata la raccolta delle candidature per il settore navi da diporto, in vista delle elezioni che saranno fissate nel prossimo mese. Lo comunica Confindustria Nautica in una nota.

Fra i nomi che hanno aderito nei giorni scorsi figurano Baglietto Spa e Cerri Cantieri Navali Spa (entrambi del Gruppo Gavio), il Gruppo Ferretti,  Fincantieri Yachts e Perini Navi Spa, – per il settore Navi – Anvera/Lg  e  Sacs nel settore imbarcazioni,  Mase – nel settore Accessori/componenti – Marina di Portofino, Marinedi Group e Porto Lotti – per i porti turistici – Compagnia Generale Telemar – nei Servizi – cui si aggiungono gli studi di progettazione Zuccon International Project e Francesco Paszkowski Design.

Andiamo avanti, molte ulteriori adesioni sono in corso di formalizzazione – spiega il Presidente di Confindustria Nautica, Saverio Cecchi che aggiunge – voglio ringraziare Lamberto Tacoli per questo percorso condiviso e con piacere oggi posso salutare i nuovi Soci”.

Nello stesso periodo si sono iscritte a Confindustria Nautica anche gruppi societari come AON, primo gruppo in Italia e nel mondo nella consulenza dei rischi e delle risorse umane e nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa, Boero, ISYBA (Italian Ship e Yacht Broker Association), Coast to Coast Investimenti srl e Pressmare.

Il processo di riunificazione di UCINA e Nautica Italiana è stato avviato lo scorso anno. Le assemblee delle due associazioni del 18 e19 dicembre scorsi, hanno sancito le modifiche allo Statuto UCINA condivise dai Soci di Nautica Italiana, scelto come regola associativa essendo quella di Confindustria la casa comune, e hanno adottato il nuovo nome Confindustria Nautica.