Nautica e Yacht

Nautica, il gruppo Acquera punta sul mercato del Medio Oriente

Presentato un progetto per sviluppare l’attività anche nell’area del Golfo Arabico

Abu Dhabi – Il gruppo veneziano Acquera dopo aver fondato a Dubai Acquera Middle East in partnership con Inchcape, ha presentato nei giorni scorsi ad Abu Dhabi un progetto integrato per lo sviluppo del turismo nel medio oriente e nell’area del Golfo Arabico.

La chiave per aprire questi mercati è la nautica di alta gamma, i superyacht sono destinati a diventare – secondo quanto illustrato da Stefano Tositti, Ceo del gruppo Acquera in occasione del Gulf Superyacht Summit svoltosi in Abu Dhabi di cui Acquera era Gold Sponsor – i drivers di un nuovo turismo che ha enormi potenzialità di crescita.

Secondo i dati scaturiti alla conferenza di Abu Dhabi, 140 superyacht hanno navigato quest’anno nelle acque del Golfo Arabico, ma ad accendere tutti i riflettori su questo mercato sono i tempi di crescita: nel 2017 solo 66 yacht di lunghezza superiore ai 30 metri avevano operato nel Golfo. Nel 2021 grazie a una crescita del 41% il numero delle barche di superlusso era balzato a quota 93 per superare 140 unità nell’anno in corso e una proiezione ancora più accelerata di sviluppo.

”Acquera Middle East, si pone come obiettivo primario quello di offrire a questo nuovo mercato una rete di servizi allo yachting di alto livello nell’intera regione del Medio Oriente, valorizzando alcune destinazioni di fatto vergini per il mercato turistico come l’arcipelago delle Sindalah Islands o Neom in Arabia Saudita”.

#Acquera, con base a Venezia, è gruppo leader nel settore della nautica da diporto e recentemente ha lanciato sul mercato la prima piattaforma web in grado di fornire a ogni singola imbarcazione da diporto una gamma di informazioni tecniche e operative nonché turistiche che già oggi connettono circa un migliaio di destinazioni nel Mediterraneo e che coprirà anche il mercato mediorientale”, si legge nella nota stampa.