Green&Tech

Navigazione autonoma, Mayflower ritenta la traversata atlantica / Video

Con una lunghezza di poco più di 15 metri e un peso di cinque tonnellate, l’imbarcazione è stata sviluppata con un costo di oltre 1 milione di dollari

New York – La nave autonoma Mayflower è partita per il suo secondo tentativo di attraversare il Nord Atlantico, dal Regno Unito agli Stati Uniti, utilizzando sistemi di intelligenza artificiale per navigare per oltre 3.000 miglia nautiche. Il viaggio è stato ritardato dalla pandemia e poi da un guasto meccanico durante il primo tentativo, nel giugno 2021.

Se avrà successo, la MAS400 diventerà la più grande imbarcazione autonoma ad avere attraversato l’Atlantico.

Con una lunghezza di poco più di 15 metri e un peso di cinque tonnellate, l’imbarcazione è stata sviluppata con un costo di oltre 1 milione di dollari in una partnership di ricerca che ha coinvolto l’Università di Plymouth, IBM, gli specialisti di navi autonome MSubs e l’organizzazione benefica Promare, che promuove la ricerca marina. L’obiettivo del progetto è raccogliere dati di ricerca oceanica durante la traversata e dimostrare le capacità emergenti dell’IA nello shipping.

MAS400 è dotata di sei telecamere alimentate dall’intelligenza artificiale che forniscono immagini ai computer individuando navi e altri potenziali. La nave dispone anche di 30 sensori e 15 dispositivi di bordo. Fornisce i dati del viaggio al team a terra tramite connessioni satellitari che consentono anche al pubblico di monitorare i progressi attraverso una dashboard online.