Cargo

Noli congelati: e se fosse solo una strategia di marketing? / Il caso

Al momento non si sa quanti volumi di container saranno interessati dalla sospensione degli aumenti delle tariffe spot

Subito dopo che CMA CGM ha annunciato che avrebbe sospeso temporaneamente gli aumenti dei tassi spot in tutto il mondo per i prossimi 5 mesi, anche la più grande compagnia di navigazione del mondo, Maersk, la quinta Hapag-Lloyd e la sesta Ocean Network Express (ONE) hanno garantito che non aumenteranno ulteriormente le tariffe di nolo spot nei prossimi mesi e manterranno le tariffe di nolo attuali per il momento.
 
Finora, 5 delle prime 10 compagnie di navigazione al mondo hanno seguito la politica di non aumentare le tariffe di nolo.
 
Hapag-Lloyd ha dichiarato: “Riteniamo che i tassi spot abbiano raggiunto il picco e non intendiamo introdurre ulteriori aumenti. Speriamo che il mercato cominci lentamente a calmarsi”. Hapag-Lloyd non ha ancora fornito il calendario per il congelamento dei tassi spot.

Pur esprimendo la volontà di sospendere gli aumenti, diverse compagnie di navigazione hanno anche rivelato di essere più interessate a firmare una cooperazione a lungo termine con i clienti. E’ il caso di Maersk, che ha sottolineato che “rispetto ai tassi spot siamo più propensi a firmare contratti a lungo termine. Attualmente, questa percentuale è salita a circa il 60% dei nostri ordini totali”.
 
 
Quasi tutti gli spedizionieri ritengono che le compagnie di navigazione abbiano spinto le tariffe di trasporto a un livello troppo elevato. Sospendere gli aumenti dei tassi spot, fanno notare alcuni player, può già garantire sufficienti profitti, “questo  comportamento degli armatori è in realtà una strategia di marketing“.
 
La tariffa media di Maersk nel secondo trimestre è aumentata del 59% e il volume di carico è aumentato del 15%. Anche il tasso di nolo di Hapag-Lloyd nella prima metà di quest’anno è aumentato del 46%, raggiungendo US $ 1612 / TEU, rispetto ai $ 1104 / TEU della prima metà del 2020.
 
Al momento non si sa quanti volumi di container saranno interessati dalla sospensione degli aumenti delle tariffe spot. In precedenza, alcune compagnie di navigazione si erano dette ben consapevoli della imminente performance di mercato, che mostrava che la maggior parte della loro capacità sarebbe andata esaurita negli ultimi tre mesi del 2021. Pertanto, la sospensione degli aumenti tariffari non ha necessariamente un impatto significativo sulle prestazioni, né sui bilanci, delle compagnie di navigazione.
 
Va anche ricordato, però, che tutte le compagnie stanno aumentando la capacità, il che rappresenta anche una preoccupazione per gli armatori del settore. In molti fanno notare che, se l’attuale tendenza all’aumento delle tariffe di trasporto e la domanda si attenuassero, i mercati marittimi di tutto il mondo potrebbero dover affrontare fattori di sovraccapacità, che avrebbero un impatto negativo sulle compagnie di navigazione.