Crociere e Traghetti

Palermo, a settembre la nuova stazione marittima per le crociere

A Palermo gli approdi saranno 137 alla fine dell’anno. E anche Trapani si sta attrezzando. E’ la rivoluzione messa in campo da Pasqualino Monti.

Palermo – Saranno 137 gli approdi nel porto di Palermo nel 2021 più venti a Trapani: anche in Sicilia si sono accesi i motori per la nuova ripartenza di crociere e traghetti. E come sottolinea a Shipmag il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale Pasqualino Monti si lavora senza sosta su progetti di primissimo piano che trasformeranno il look di Palermo ma non solo.

Pasqualino Monti

Gli investimenti

E’ stata una scelta precisa, quella dell’Autorità portuale che crede fortissimamente in questo business: “Prima della pandemia abbiamo destinato una considerevole parte di investimenti alla riqualificazione dei nostri scali per accogliere nel migliore dei modi il turismo del mare”. Dietro l’angolo c’è un momento importante che si prenderà un posto di rilievo nella storia dello scalo: “Nel dettaglio, nel mese di settembre consegneremo ufficialmente la stazione marittima di Palermo, riqualificata, ai concessionari che provvederanno agli arredi. Intanto dal 15 giugno è operativa la nuova banchina Sammuzzo, in grado di accogliere navi XL e che insiste sul bacino Crispi, i cui fondali sono stati resi più profondi dall’intervento di dragaggio appena concluso.

La rivoluzione a Trapani

Sulla stessa banchina si lavora alla realizzazione di una confortevole tendostruttura a supporto del traffico crociere”, continua Monti che annuncia notizie importanti anche per Trapani: “Nello stesso mese settembre ultimati i lavori della stazione marittima, anch’essa oggetto di un profondo restyling, che tornerà a disposizione del traffico crociere. Siamo felici, ovviamente, della ripartenza e ci auguriamo che nel più breve tempo possibile si possa tornare ai numeri previsti dalla concessione firmata con MSC e Costa, cioè un milione e mezzo di passeggeri entro i prossimi tre anni. Oltre che un importante ritorno economico, significherebbe anche che la pandemia l’abbiamo lasciata alle nostre spalle”, aggiunge il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale.

I 131 approdi delle crociere a Palermo

Come detto, nel 2021 saranno 137 gli approdi a Palermo ma è ancora difficile fare previsioni sui passeggeri: “Difficile indicare il numero preciso di passeggeri. Le minacce socio-economiche e sanitarie, infatti, fanno ancora da sfondo a un quadro globale caratterizzato da una forte instabilità che condiziona l’economia e, di conseguenza, l’intero cluster marittimo. Prevederne gli sviluppi nei prossimi mesi è esercizio ancora contraddittorio e rischioso, nonostante in questo momento si intravedano i primi segnali di ripresa. Una ripresa che comporta la rimodulazione del calendario degli approdi delle navi da crociere pronte – sempre nel rispetto delle norme anti Covid – a solcare il Mediterraneo, sia pure con numeri ridotti a bordo”, conclude Monti.