Nomine Porti

Pd e Italia Viva in pressing sul governo: “Ripristiniamo il passaggio in Commissione dei nuovi presidenti delle Authority”

Roma – “Commentare delle bozze è sempre rischioso e può essere fuorviante ma è necessario ribadire che tutto il Partito Democratico si opporrà con fermezza a qualsiasi ipotesi di esclusione del Parlamento sulla corretta gestione dell’Autorità portuali”: è quanto dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in Commissione Trasporti di Montecitorio, sulla norma che verrebbe introdotta nel prossimo Decreto Semplificazioni e che escluderebbe il voto degli organismi competenti di Camera e Senato sulla nomina dei presidenti delle Autorità di sistema portuale. “E’ evidente che la ‘solita manina’ sia intervenuta per sottrarre alla politica ed alle istituzioni la vigilanza sui porti. Si tratta di un tentativo che va subito bloccato. Le Autorità portuali rappresentano infatti enti fondamentali per l’economia, l’occupazione e la salvaguardia del territorio e non possono essere indicati senza interpellare il Parlamento”: conclude Davide Gariglio.

Anche Raffaella Paita (Iv) interviene sulla vicenda: “La norma del Dl Semplificazioni che, rispetto alla nomina delle Asdp, prevede la mera comunicazione del governo e non più il parere preventivo delle Camere, rappresenta un grave vulnus del ruolo del Parlamento in un settore strategico della logistica  e dell’economia italiana”. spiega la capogruppo di Italia Viva in Commissione Trasporti alla Camera. 

“Per questo ho chiesto al Ministro DeMicheli, che si e’ resa disponibile, di modificare questa norma restituendo alle commissioni parlamentari la funzione di controllo che a esse spetta. Ci auguriamo che il governo scelga il buon senso”, conclude.