Shipping e Logistica

Tragedia nel Bosforo: pilota del porto precipita dalla biscaglina e muore

“Un altro membro dell’equipaggio a bordo della pilotina si è tuffato in acqua ed è riuscito a recuperarlo. Il pilota è stato portato in banchina e poi trasferito all’ospedale locale, dove è morto”

Istanbul – Il Ministero dei trasporti e delle infrastrutture turco ha comunicato che un pilota, Oguz Kok, è morto domenica mattina nella zona a sud del Bosforo. Oguz Kok era un pilota molto esperto e si era diplomato all’accademia navale come cadetto di coperta nel 1983.

Secondo i rapporti ufficiali, intorno alle 4.30 l’uomo – molto conosciuto nella comunità marittima – stava tentando di imbarcarsi su una portarinfuse, la New Siham, in arrivo dall’Algeria e diretta a Istanbul. La nave è gestita dal 2016 dalla società Tolunay Shipping Management, di Istanbul, ed è classificata da ClassNK.

Secondo quanto riferito, Kok è caduto in acqua dalla biscaglina: un altro membro dell’equipaggio a bordo della pilotina si è tuffato in acqua ed è riuscito a recuperarlo. Il pilota era privo di sensi ed è stato portato in banchina e poi trasferito all’ospedale locale, dove è morto. Una delle possibili cause del decesso, secondo i media locali, sarebbe l’ipotermia.

Il presidente del consiglio dell’Associazione turca dei piloti, il comandante Muhammer Arslanturk, ha raccontato durante la commemorazione che il collega deceduto “era un eroe che ha salvato Istanbul da un disastro precedente”. Ha ricordato che il pilota “si trovava su una nave cisterna quando il motore è andato fuori uso. Kok è riuscito a impedire alla nave di andare alla deriva verso la città lasciando cadere le ancore di prua in tempo. Se Kok avesse ritardato le sue azioni anche di pochi minuti il ​​risultato sarebbe stata una collisione catastrofica”.