Porti e Infrastrutture Shipping e Logistica

Porti di Napoli e Salerno, i sindacati annunciano lo sciopero dei dipendenti: “Atteggiamento intimidatorio” /Il documento

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Campania: “Chiediamo una convocazione urgente all’Autorità Portuale”

Napoli – Sciopero programmato per il 15 giugno, per l’intero turno si fermeranno i lavoratori dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Tirreno Centrale delle sedi di Napoli e Salerno. E nell’annuncio i sindacati (Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti) chiedono immediatamente un incontro all’Autorità Portuale. Nel mirino la mancata applicazione dell’accordo di II livello ma in generale si evidenzia che “l’amministrazione ha assunto un comportamento orientato alla continua creazione di conflitti”.

Le RSA delle organizzazioni sindacali denunciano il comportamento dell’Amministrazione che, a seguito della proclamazione dello sciopero in data 25 maggio u.s. da parte dei segretari generali della Campania di FILT CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI, sta mettendo in campo un atteggiamento intimidatorio e ritorsivo tale da condizionare l’esercizio e la libertà dell’attività sindacale, in aperta violazione dell’art. 28 dello Statuto dei lavoratori ed in linea con i comportamenti assolutisti e costrittivi, non improntati ai principi di correttezza, buona fede e trasparenza nonché orientati alla continua creazione di conflitti, più volte denunziati dalle scriventi”, si legge nella nota

Powered By EmbedPress