Nomine Porti

Porti, Pettorino nominato consulente del ministro Giovannini

Dal 3 ottobre 2015 Pettorino è stato Direttore Marittimo della Liguria e Comandante del porto di Genova

Roma – Giovanni Pettorino, 65 anni, è stato nominato consulente del ministro Enrico Giovannini per la portualità.

Lo ha annunciato lo stesso titolare dei Trasporti durante l’assemblea di Federpiloti a Roma. Dal 3 ottobre 2015 Pettorino è stato Direttore Marittimo della Liguria e Comandante del porto di Genova. Dal 23 novembre 2015 fino al 1° dicembre 2016 ha assunto altresì l’incarico di Commissario Straordinario dell’Autorità Portuale di Genova.

L’8 gennaio 2018, è stato poi nominato Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto con contestuale conferimento del grado di Ammiraglio Ispettore Capo. In seguito è stato anche commissario dell’Autorità portuale dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale.

LE REAZIONI – “La nomina dell’Ammiraglio Giovanni Pettorino a consulente per la portualità del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, rappresenta per il settore un’ottima notizia”.

È quanto afferma il Presidente nazionale di Federlogistica-Conftrasporto Luigi Merlo: “Ho avuto modo di collaborare con l’Ammiraglio Pettorino in diverse città, a partire da La Spezia, ma soprattutto a Genova – sottolinea Merlo – e posso affermare senza tema di smentite che si tratta di una persona che unisce alla straordinaria competenza un’eccezionale umanità. Avendo ricoperto i massimi incarichi al vertice del comando delle capitanerie, ma anche il ruolo di commissario di Autorità Portuale e di Autorità di Sistema Portuale, è un profondo conoscitore di tutti gli aspetti marittimo-portuali italiani”.

“La nomina di Giovanni Pettorino a consulente per la portualità del Mims è una scelta di altissimo profilo”, aggiunge Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti della Camera, “Le indubbie capacità, l’esperienza accumulata grazie alle cariche di Commissario del porto di Genova e poi Ancona, di Comandante Generale delle Capitanerie di Porto e, contestualmente, di ammiraglio ispettore capo, danno a Pettorino quella visione organica indispensabile per affrontare i nodi fondamentali e le criticità del sistema portuale italiano. A Pettorino vanno i nostri complimenti e un augurio di buon lavoro”, conclude.