Porti e Infrastrutture Shipping e Logistica

Porti privatizzati, Tajani: “Parlavo dei servizi, non delle infrastrutture”

Il vicepresidente del Consiglio a Trieste: “Così come già sono in parte fatti, certamente senza venderli né ai cinesi né ad altri”

Trieste – “Io non ho mai pensato di vendere il demanio, o di far scomparire la Guardia di finanza, la Guardia costiera e le dogane. Quando parlavo di privatizzazione, parlavo di privatizzazione dei servizi, così come già sono in parte fatti, certamente senza venderli né ai cinesi né ad altri”. Lo ha detto il ministro degli Esteri e vicepresidente del Consiglio, Antonio Tajani, a margine di un evento a Trieste.


Tajani ha posto l’accento “su quello che potrà diventare il porto di Gioia Tauro, il grande hub energetico per far arrivare le risorse energetiche dal sud a nord Europa. Dobbiamo far sì che il Mediterraneo possa essere valorizzato sempre più nella sua portualità, non solo turistica ma anche come strumento commerciale. I porti di Genova e di Trieste non possono essere messi in discussione dalla presenza del porto di Rotterdam o di altri grandi porti del nord Europa. Credo sia giusto guardare a porti che possono essere più europei”.