Energia e Ambiente

Porto della Spezia, passo in avanti verso l’elettrificazione delle banchine

Investimento di 8 milioni di euro da parte di Terna con un nuovo collegamento

La Spezia – È stato autorizzato, dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, il nuovo collegamento elettrico previsto da Terna tra La Spezia e Arcola, comune nella provincia spezzina. Si tratta di un passo in avanti importante verso l’elettrificazione delle banchine dello scalo ligure. L’opera, per cui la società guidata da Giuseppina di Foggia investirà 8 milioni di euro, prevede la realizzazione di un elettrodotto in cavo interrato lungo 4,3 km che collegherà la stazione elettrica di Terna “La Spezia” alla cabina primaria “La Pianta” di proprietà del distributore locale.  

L’intervento consentirà di aumentare la magliatura della rete elettrica dell’area garantendo maggiore sicurezza del servizio di trasmissione dell’energia anche in previsione, da un lato, del crescente fabbisogno elettrico connesso allo sviluppo dell’area portuale di La Spezia, dall’altro, dell’aumento del rischio di eventi meteorologici estremi.

Nelle prossime settimane Terna avvierà la progettazione esecutiva della nuova infrastruttura e le attività propedeutiche all’inizio dei cantieri previsto entro il 2024. La realizzazione del collegamento richiederà circa 12 mesi di lavori.