Porti

Porto di Brindisi: Patroni Griffi rafforza i rapporti con Consolato e Ambasciata Usa

Brindisi – Una delegazione del Consolato americano di Napoli e dell’Ambasciata americana a Roma è stata ricevuta ieri dal presidente Autorità di Sistema Portuale MAM, Patroni Griffi. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di rafforzare i rapporti istituzionali in una prospettiva, anche, di possibili investimenti statunitensi sul territorio.

La delegazione, costituita da George Sarmiento, capo sezione economica dell’Ambasciata americana di Roma, Patrick Horne, capo sezione economico-politica del Consolato Generale americano di Napoli, e Alba Ferreri, consigliere politico del Consolato Generale americano di Napoli, oltre ad essere affascinata dalla millenaria storia del porto messapico, è stata particolarmente interessata dalla versatilità e dalla poliedricità dello scalo: dai collegamenti marittimi con le vicine Grecia e Albania, alle banchine del porto industriale, servite da una vastissima area retro-portuale che consente collegamenti diretti con la rete infrastrutturale, stradale e ferroviaria, senza tangere il traffico cittadino.

Il presidente Patroni Griffi ha illustrato gli strumenti di sviluppo promossi attraverso la già istituita Zse interregionale Adriatica (Puglia Molise), nata con l’obiettivo di attrarre grandi investimenti, favorendo la crescita delle imprese già operative o la nascita di nuove realtà industriali, nelle aree portuali e retroportuali, e implementando le piattaforme logistiche, collegate anche da intermodalità ferroviaria, attraverso una serie di agevolazioni fiscali. Infine, si è parlato, anche, di come i porti del sistema dell’Adriatico meridionale abbiano fronteggiato e retto l’emergenza Covid.