Porti e Infrastrutture

Porto di Taranto, domenica il battesimo di San Cataldo Container Terminal

Taranto – Sarà inaugurata dopodomani, domenica 12 luglio, con le prime settanta assunzioni, l’attività della nuova società San Cataldo Container Terminal, del gruppo turco Yilport, che rimette in moto il traffico container sul molo polisettoriale a Taranto, di cui Yilport è concessionario, dopo 5 anni di stasi totale a seguito dell’abbandono del precedente gestore che faceva capo a Evergreen. Oggi la società San Cataldo Container Terminal, col general manager Raffaella Del Prete, ha incontrato i sindacati per definire «il piano transitorio utile a garantire il funzionamento del terminal per le prime arrivi delle navi feeder porta-container».

«Dopo un lungo dialogo, a volte acceso, la societa e gli stessi sindacati – si legge in una nota -, dimostrando senso di responsabilità, hanno raggiunto un accordo che garantisce l’inizio delle attività del Terminal e l’impiego di oltre 70 lavoratori della Taranto Port Worker Agency». Il nuovo concessionario del terminal, che ha sede sul molo polisettoriale, parla di «impatto positivo sulla comunità locale grazie ai servizi che saranno offerti dal terminal, servizi che potrebbero coinvolgere altri lavoratori e professionalità in carico a TPWA». Si tratta, quest’ultima, dell’Agenzia per il lavoro portuale che tiene in carica gli ex lavoratori Evergreen che ora passeranno gradualmente alla San Cataldo Terminal di Yilport. «Si è raggiunto questo risultato positivo iniziale – prosegue la nota – con l’ormeggio della prima nave del 12 luglio e con i nuovi futuri arrivi previsti dal servizio CMA-CGM TURMED. Siamo certi – viene evidenziato – di aver aperto la strada a un dialogo lungo e costruttivo, utile a costruire importanti relazioni con il territorio con un graduale ingresso di lavoratori nella Taranto Port Worker Agency (TPWA) e, nel contempo, implementando e adeguando i servizi offerti dalla San Cataldo Container Terminal».