Cargo

Psa-Sech, Signorini chiede aiuto all’Avvocatura

Genova – E’ancora tutto in sospeso. Adesso Paolo Signorini aspetta il parere dell’Avvocatura dello Stato per dare il via libera all’operazione di fusione tra Psa e Sech, i due principali terminal container di Genova.

Lo ha annunciato lo stesso presidente nella conferenza stampa a conclusione del board che avrebbe dovuto approvare la fusione e che invece è stato rimandato come anticipato da ShipMag questa mattina.

Il presidente dell’Authority cerca di nuovo la sponda romana, sperando questa volta di trovarla.

Stessa sorte anche per l’operazione di ingresso di Msc nel gruppo Messina: tutto rinviato. Il coronavirus ha consesso più tempo al presidente del porto che conta comunque di avere il pare dell’Avvocatura entro pochi giorni.