Crociere

Retromarcia degli USA: “Evitate di andare in crociera”

Miami – Nonostante si sia espresso per un via libera condizionato alle crociere, il CDC ha lanciato l’ennesimo allarme consigliando di non intraprendere viaggi sulle navi da crociera. Per rendere più esplicito il messaggio il livello di attenzione è stato elevato al quarto grado che indica un “livello molto alto di COVID-19”.

“Il CDC raccomanda a tutte le persone di evitare di viaggiare sulle navi da crociera, comprese le crociere fluviali, in tutto il mondo, perché il rischio di COVID-19 sulle navi da crociera è molto alto. È particolarmente importante che le persone con un elevato rischio di malattie gravi evitino di viaggiare su navi da crociera, comprese le crociere fluviali“, ha spiegato in una nota l’agenzia USA.

Il CDC ha affermato che i passeggeri che decidono di fare una crociera dovrebbero sottoporsi a test da tre a cinque giorni dopo il viaggio e rimanere a casa per sette giorni dopo la crociera.

Il CDC ha detto che anche se qualcuno risulta negativo, dovrebbe rimanere a casa per tutti i sette giorni. Non solo: l’autorità americana ha anche spiegato che se un ospite non viene testato, è più sicuro rimanere a casa per 14 giorni dopo il viaggio.

Ecco perchè le compagnia hanno continuato a posticipare l’inizio dei viaggi, nonostante i segnali positivi arrivati sempre dal CDC nelle scorse settimane.