Energia e Ambiente Porti e Infrastrutture

Rotterdam, il World Gateway offrirà elettricità da terra alle navi dal 2026

“L’investimento nel cold ironing è una parte cruciale del programma di investimenti verso le emissioni zero”, ha affermato Ronald Lugthart, ceo del termminal

Rotterdam – Il Rotterdam World Gateway, uno dei più grandi terminal container nel porto di Rotterdam che serve armatori tra cui Cma Cgm, Hapag-Lloyd e Ocean Network Express (One), è destinato a diventare il primo terminal di acque profonde in Europa a investire nell’energia elettrica da terra. A partire dal 2026, il terminal che attualmente ha una capacità di gestire contemporaneamente due grandi navi e ha una capacità di oltre 2,35 milioni di teu, inizierà la transizione all’energia da terra per tutti gli scali delle navi.

“L’investimento nel cold ironing è una parte cruciale del programma di investimenti verso le emissioni zero”, ha affermato Ronald Lugthart, ceo del termminal. “Insieme ai nostri clienti e ad altri stakeholder, stiamo creando le possibilità per raggiungere questo obiettivo strategico nel breve termine utilizzando l’energia da terra e altre strutture per supportare la transizione energetica”.

Rwg nel giugno 2023 ha annunciato un programma di espansione. In collaborazione con l’Autorità portuale, finanzierà la realizzazione di un terzo ormeggio per acque profonde che si prevede sarà operativo entro il 2026. Il terminal gestisce anche il trasbordo con navi della navigazione interna e ha un forte accesso stradale e ferroviario.
(credit foto https://www.rwg.nl/sites/bd_rwg_nl/files/one.jpg)