Crociere e Traghetti

Royal Caribbean, il fatturato sale a 2,9 miliardi nel primo trimestre. Perdite ridotte

“Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla rapidità con cui la domanda di crociere sta crescendo”

Miami – Royal Caribbean Group ha approvato i risultati finanziari per il primo trimestre del 2023, in cui ha evidenziato che il fatturato totale è stato di 2,9 miliardi di dollari mentre la perdita netta è stata di 47,9 milioni.

Jason T.  Libertypresidente e CEO di Royal Caribbean Group, ha osservato: “Sapevamo che la domanda per la nostra attività era forte e si stava rafforzando, ma siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla rapidità con cui la domanda ha accelerato questa tendenza”.

La domanda sta generando livelli di occupazione più elevati e prezzi alti: questo mix ha portato a un significativo miglioramento – rispetto alla precedente guidance – dei numeri del trimestre e a un notevole aumento delle aspettative dell’azienda per l’intero anno in termini di passeggeri e ricavi a bordo, così come dei profitti.

I costi di crociera lordi per giorni di crociera passeggeri disponibili (APCD) sono aumentati dell’8,2% e dell’8,8% a valuta costante, rispetto al primo trimestre del 2019. I costi di crociera netti (NCC), escluso il carburante, per APCD sono invece aumentati del 5,2% e del 5,8% a valuta costante, rispetto al primo trimestre 2019. Parte del miglioramento rispetto alle attese è dovuto alla favorevole gestione dei costi operativi.

Sulla stessa linea, i ricavi totali sono stati di 2,9 miliardi di dollari e, la perdita netta è stata di 47,9 milioni di dollari. Il flusso di cassa operativo è stato di 1,3 miliardi di dollari.

Nelle prospettive per l’anno, i rendimenti netti dovrebbero aumentare dal 6,25% al ​​7,25% e dal 6,75% al ​​7,75% a valuta costante.