Cargo Green&Tech

Scorpio Bulkers cambia nome e diventa Eneti Inc. A febbraio l’ok degli azionisti

Milano – Scorpio Bulkers, società quotata alla Borsa di New York (NYSE), ha annunciato che intende cambiare il proprio nome in Eneti Inc., in seguito alla decisione della compagnia di navigazione di uscire dal settore delle rinfuse secche nel 2021 per investire nel mercato eolico off-shore.

Come noto, Scorpio Bulkers ha preso questa decisione ad agosto, prevedendo di investire fino a 290 milioni di dollari su una nuova costruzione “wind turbine installation vessel” (WTIV), nave per l’installazione di turbine eoliche, presso i cantieri coreani di Daewoo Shipbuilding and Marine Engineering.

Da allora, la compagnia ha proseguito a tappe forzate la sua exit strategy dal settore delle rinfuse secche cedendo otto bulk carrier e sottoscrivendo contratti per la vendita di altre sedici navi. Cessioni che dovrebbero avvenire tutte nel corso della prima metà del 2021. In più, Scorpio Bulkers ha annunciato che intende vendere entro quest’anno anche le restanti 25 rinfusiere in suo possesso, di cui sette unità Kamsarmax e 18 Ultramax.

La società, con sede a Monaco, ha infine dichiarato che la decisione di disfarsi della flotta di bulk carrier entro il 2021 comporterà la registrazione di svalutazioni per 475-500 milioni di dollari relativamente alle navi vendute o classificate come destinate ad essere cedute.

“Riteniamo che l’investimento nelle energie rinnovabili sia un’opportunità più attraente in futuro rispetto alle rinfuse secche”, ha dichiarato a più riprese Emanuele Lauro, fondatore, presidente e CEO di Scorpio Bulkers.

La nave per l’installazione della turbina eolica dovrebbe essere consegnata nel terzo trimestre del 2023 e la società ha opzioni per altre tre navi. Il cambio di nome è soggetto all’approvazione degli azionisti che avverrà durante l’assemblea generale straordinaria prevista in febbraio.