Cargo

Sea-Int: in sette giorni il numero di blank sailings sale a quota 384

Milano – Salgono a 384 i blank sailings a causa della pandemia da coronavirus. Un numero in crescita rispetto ai 212 della scorsa settimana. La parte più consistente delle cancellazioni sono da considerarsi dei veri e propri blank sailings, un’altra parte invece fa parte della strategia di razionalizzazione del carico da parte delle compagnie di navigazione per attutire il calo della domanda (effetto “a cascata”). A segnalarlo è il bollettino “Sunday Spotlight” di Sea-Intelligence, il termometro dell’industria di settore che registra 83 nuovi annunci nel giro di 7 giorni. Annunci che si aggiungono alle 89 cancellazioni già decise durante l’esplosione del virus in Cina, cioè prima che il Covid-19 diventasse un fenomeno a livello globale. In termini complessivi, sulle rotte Asia-Europe e Transpacifico le compagnie di trasporto container hanno rimosso una capacità pari a 3 milioni di Teu, una quota 2.4 volte superiore alla normale rimozione registrata durante il Capodanno cinese. Numeri alla mano, si traduce in una flotta inattiva con una capacità pari a 6,4 milioni di Teu, quantificati da Sea-Intelligence sulla base dei blank sailings finora decisi.