Energia e Ambiente Shipping e Logistica

Maersk, è operativa la prima megaship alimentata a metanolo verde

Ane Maersk ha iniziato ad operare martedì 6 febbraio sulla linea AE7 che collega Asia ed Europa

Copenaghen – Maersk sta già operando con la prima grande portacontainer al mondo alimentata a metanolo verde. È la Ane Maersk, con una capacità di 16.292 teu, la prima delle 18 grandi navi dual fuel alimentate da questo carburante sintetico che l’armatore prevede di mettere in funzione tra il 2024 e il 2025.

Il metanolo verde è prodotto da idrogeno verde non a base di fossili e carbonio e può sostituire il metanolo convenzionale, consentendo un’ampia riduzione delle emissioni al trasporto marittimo. Maersk prevede di cancellare in questo modo 2,3 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 all’anno.

Ane Maersk ha iniziato ad operare martedì 6 febbraio sulla linea AE7 che collega Asia ed Europa. Il giorno prima aveva ricevuto il carico iniziale di carburante in funzione ship-to-ship dalla nave Golden Sunny Hana, di proprietà di Hana Marine, nel porto di Ulsan.

La megaship entra in scena pochi mesi dopo che la stessa compagnia di navigazione ha battezzato Laura Maersk, la prima nave portacontainer al mondo spinta dal metanolo verde anche se molto più piccola (2.136 teu).

Maersk ha fissato un obiettivo netto a emissioni zero entro il 2040 e ha stabilito sfide tangibili a breve termine (2030) che garantiscono progressi significativi. Ciò include una riduzione del 50% delle emissioni per container trasportate nella flotta di Maersk rispetto al 2020 e il principio di ordinare solo navi che possono operare con combustibili verdi.