Crociere Green&Tech

Sistemi informatici AIDA fuori uso: la procura indaga su un attacco hacker

Rostock – Il tribunale penale di Rostock sta indagando su un sospetto sabotaggio dei sistemi informatici di AIDA Cruises dopo che la compagnia tedesca – controllata dalla genovese Costa – è stata costretta ad annullare le crociere di Capodanno e a rimborsare tutti i clienti.
AIDA ha successivamente cancellato tutte le partenze fino al 17 gennaio, segno che il problema tecnologico è ben più grave del previsto.

La compagnia basata a Rostock ha tutti i sistemi informatici e telefonici fuori uso, sia a bordo delle navi che a terra, ed è sempre più probabile che il clamoroso problema sia collegato a un attacco hacker.

Nessun comunicato ufficiale, per ora, è stato emesso da AIDA. Secondo alcuni siti specializzati, anche Costa sarebbe stata coinvolta nell’attacco. Diverse fonti qualificate hanno invece riferito a ShipMag che i server della compagnia basata a Genova non sarebbero stati intaccati.