Crociere

Sisto (Confitarma): “Con il nuovo decreto, si creano le condizioni per ripartire”

Roma – “Con il nuovo decreto, si creano le condizioni per ripartire. La situazione giuridica è complessa perché decadono gli effetti del precedente Dpcm che aveva inibito i servizi crocieristici in Italia alla data del 31 luglio. Quindi, se tutto verrà confermato abbiamo 10 giorni di tempo per adottare definitivamente il protocollo sanitario su cui abbiamo lavorato con il MIT, Guardia Costiera e ministero della Salute per poter riprendere i servizi crocieristici”.

E’ quanto ha dichiarato Luca Sisto, direttore generale di Confitarma, in un’intervista a Tgcom24, ribadendo che l’industria cruise vale in Europa 48 miliardi di euro e dà lavoro a 400 mila persone, un quarto di questo “pacchetto” è in Italia: oltre un miliardo di euro al mese, tra impatto diretto e indiretto, 100 mila addetti. Tra tutte le misure da adottare, nel decreto ci sarà un focus anche sulle escursioni. “Il primario gruppo crocieristico italiano, Costa Crociere, ha già predisposto dei protocolli per fare delle escursioni controllate e con distanziamento – ha spiegato Sisto -. Il nostro Parlamento ha già consentito la ripresa dei servizi crocieristici tra i vari porti italiani inserendo una norma, l’articolo 48, comma 7, con legge Semplificazioni. Abbiamo quindi il quadro giuridico per poter ripartire. Ci manca l’ultimo tassello – il protocollo sanitario -, affinché i passeggeri possano ripartire in sicurezza”.