Cargo Green&Tech

Skou: “Serve una carbon tax sul bunker di 450 dollari per tonnellata entro il 2025”

Milano – “Proponiamo una carbon tax sul bunker di almeno 450 dollari per tonnellata di olio combustibile, equivalente a circa 150 dollari per tonnellata CO2. Una tassa necessaria per colmare il gap tra i combustibili fossili utilizzati oggi dalle navi e le alternative più ecologiche che in questo momento sono più costose”.

Parola di Søren Skou, CEO di A.P. Moller – Maersk, che in un post su LinkedIn ha indicato anche la data – il 2025 – in cui sarebbe utile che questa tassa entrasse in vigore.

“I combustibili fossili non possono continuare ad essere più economici dei combustibili verdi. È necessario agire ora. È fondamentale considerare tutti i gas serra, non solo la CO2, in un’analisi completa del ciclo di vita, altrimenti non saremo in grado di decarbonizzare veramente lo shipping entro il 2050 in linea con l’accordo di Parigi”, ha sottolineato Skou.

“L’IMO deve fornire una valutazione di mercato entro il 2025 che possa essere implementata nella seconda metà di questo decennio”, ha sottolineato la scorsa settimana Skou durante un vertice virtuale ospitato dal World Economic Forum, aggiungendo: “Tale valutazione deve avere un livello di tassazione ragionevole che tenti effettivamente di livellare il campo di gioco tra combustibili verdi molto più costosi e combustibili fossili, ma deve anche includere tutti i gas serra e considerare l’intero ciclo di vita del combustibile”.