Green&Tech Logistica

Sovvenzioni a ferrovie e trasporto fluviale, via libera della Commissione al piano tedesco

La Commissione ha autorizzato Berlino ad aumentare il budget stanziato di 388,5 milioni di euro, per un totale di 1,5 miliardi

Bruxelles – La Germania potrà continuare a sovvenzionare l’utilizzo della ferrovia e della navigazione interna nell’ambito dei piani di supporto al trasporto combinato fino alla fine del 2026. La Commissione Europea ha annunciato di aver autorizzato un’estensione in questo senso della “direttiva sul promozione delle strutture di trasbordo del trasporto combinato di imprese non appartenenti allo Stato federale”.

Il programma federale di sostegno al trasporto fluviale, lanciato per la prima volta 20 anni fa, è stato prorogato dal governo lo scorso aprile per un periodo di sei mesi. Il suo scopo è quello di promuovere il trasferimento delle merci dalla strada ai corsi d’acqua.

La Commissione ha inoltre autorizzato Berlino ad aumentare il budget stanziato di 388,5 milioni di euro, per un totale di 1,5 miliardi. Per gli anni dal 2017 al 2022 erano stati approvati da Bruxelles 526,2 milioni di euro.

La Commissione sta inoltre ampliando l’elenco dei costi ammissibili alle sovvenzioni. Finora ha incluso l’acquisto di terreni per le strutture di trasbordo, la costruzione delle infrastrutture e degli edifici necessari per il trasbordo delle merci, nonché l’acquisto delle necessarie attrezzature. In futuro, saranno possibili anche sovvenzioni laddove sarà necessario rinnovare impianti o attrezzature. Un massimo dell’80% dei costi ammissibili potrà essere pagato con fondi pubblici.
Bruxelles precisa che saranno sostenuti solo i progetti di aziende private. Le compagnie di trasporto a partecipazione statale sono pertanto escluse dal programma di aiuti di Berlino.