Primo Piano

S&P: “L’America è entrata in una pesante recessione”

New York – “La più lunga espansione economica della storia degli Stati Uniti è finita. La maggiore economia al mondo è scivolata in recessione”. Lo afferma S&P prevedendo una contrazione dell’economia americana più profonda della attese iniziali. Il Pil è previsto contrarsi del 2,1% nei primi tre mesi dell’anno e del 12,7% nel secondo trimestre. Il 2020 dovrebbe chiudersi con un Pil in calo dell’1,3% rispetto al +1,9% previsto pre-coronavirus.

“Lo stop repentino dell’economia potrebbe tradursi in perdite uguali a quelle della recessione del 2009, ma concentrate in un lasso di tempo molto più ridotto”, dice Beth Ann Bovino, capo economista per gli Stati Uniti di S&P. Il piano di stimoli in via di approvazione “non fermerà la recessione in corso, ma potrebbe ridurre il rischio di una recessione ancora peggiore”.