Cargo

Stretto di Malacca, petroliera “fantasma” sperona portacontainer / Le immagini

Il comandante dell’MMEA, Mohd Haniff Mohd Yunus, ha riferito alla stampa che la collisione è avvenuta poco dopo le 4 ora locale

Londra – Un grave incidente marittimo avvenuto ieri nello Stretto di Malacca rischia adesso di diventare un incidente diplomatico.

Una nave portacontainer e una petroliera Aframax sono entrate in collisione nelle prime ore del mattino tra la Malesia e l’Indonesia. Secondo la Malaysian Maritime Enforcement Agency (MMEA) nessuno dei 45 membri dei due equipaggi ha riportato ferite, né si sono registrate perdite di carburante in mare. Restano però parecchi sospetti sulla reale ‘identità’ della petroliera e, soprattutto, sulla destinazione e la proprietà del carico trasportato.

Il comandante dell’MMEA, Mohd Haniff Mohd Yunus, ha riferito alla stampa che la collisione è avvenuta poco dopo le 4 ora locale. Ha identificato le due navi come la portacontainer battente bandiera liberiana GLS Grania e la petroliera battente bandiera panamense Zephyr I. La collisione è avvenuta a circa 12 miglia nautiche a sud-ovest di Tanjung Laboh, all’estremità meridionale della penisola malese vicino a Singapore.

Secondo la prima ricostruzione, la collisione sarebbe stata causata dalla “perdita del controllo della MV Zephyr I che si è schiantata contro il lato destro della nave causando gravi danni”.

Le immagini mostrano danni significativi alla prua della petroliera e una grande ammaccatura nel quarto di poppa della nave portacontainer.

La petroliera stava navigando verso Yantai, in Cina, carica di bitume misto. All’inizio di quest’anno le autorità statunitensi avevano citato la nave di 20 anni per azioni ingannevoli e il quotidiano Lloyd’s List ha riferito di ritenere che la nave stesse evitando le sanzioni anti-Mosca: la nave avrebbe infatti caricato il bitume in Russia. La proprietà della nave non è chiara: secondo quanto riferito, ha cambiato nome e proprietario almeno due volte nel 2022.

La portacontainer opera sotto noleggio per Maersk ed è di proprietà di Global Ship Lease. Maersk ha confermato che la nave è stata coinvolta nell’incidente senza riportare feriti o perdita di container. La nave, che ha una capacità di 7.455 teu, stava operando sulla rotta da Savannah negli Stati Uniti a Tanjung Pelepas in Malesia.

(foto MMEA)