Cargo

Tarros torna a Ravenna: via al nuovo sevizio sull’East Med

Milano – Dopo molti anni Tarros ritorna a scalare il porto di Ravenna avviando una linea container da e per diverse destinazioni dell’East Med. Lo annuncia la stessa compagnia in una nota: “L’obiettivo è quello di offrire un servizio diretto all’importante mercato dell’Emilia-Romagna da un porto locale, rendendo così più vantaggiosa la logistica regionale”.

Dal 2014 Tarros è presente con servizi regolari di linea nel Mar Adriatico, che sin dal principio hanno integrato la grande offerta delle proprie soluzioni logistiche e di trasporto marittimo nei porti del Tirreno, con hub principale alla Spezia e scali regolari a Genova, Salerno e Napoli, con destinazione per tutti i principali porti Mediterranei.

Dal 2018 il servizio Tarros dall’Adriatico è strutturato per offrire collegamenti decadali diretti tra Italia e Grecia, Egitto, Libano, Turchia e con trasbordo anche per Siria e Mar Nero.

A partire da questa settimana, con la partenza della portacontainer “YANKI A”, Martedì 7 luglio da Ravenna, è stato dunque rafforzato il servizio di linea Tarros per i flussi di merce export ed import dal terminal Setramar del porto di Ravenna; questo servizio si integra nelle opzioni offerte dal gruppo Tarros dai porti di Venezia ed Ancona.

 Attualmente i servizi Tarros nei porti dell’Adriatico hanno cadenza settimanale con la seguente rotazione: Venezia > Ravenna > Ancona > Pireo (porto anche di trasbordo per Siria /Lattakia e Mar Nero per Poti- Novorossiysk – Odessa) > Alexandria El Dekheila > Beirut > Izmir > Pireo > Venezia.

L’Agenzia Marittima locale è stata affidata alla società Marisped di Ravenna