Cargo

Tirrenia-Cin, i giudici dispongono il sequestro di beni “fino a 55 milioni”

Roma – «Con riferimento all’ordinanza del Tribunale di Roma del 4 marzo 2020, con la quale è stato disposto il sequestro conservativo fino alla concorrenza di euro 55 milioni “su tutti i beni, mobili o immobili, nonché i crediti di cui la Compagnia Italiana di Navigazione s.p.a. sia titolare”, i commissari straordinari di Tirrenia in a.s. esprimono viva soddisfazione per il risultato conseguito a tutela della massa dei creditori di Tirrenia, alla luce della piena adesione alle tesi prospettate e alle richieste avanzate dall’amministrazione straordinaria».
Lo si legge in una nota diffusa dai commissari straordinari di Tirrenia in amministrazione straordinaria a seguito della pubblicazione questa mattina dell’ordinanza collegiale pronunciata dal Tribunale di Roma, sezione Imprese, nell’ambito del giudizio per sequestro conservativo promosso dalla procedura a seguito del mancato pagamento della prima rata di prezzo differito non versata da Cin Spa nel mese di aprile 2016.