Crociere Logistica Porti Traghetti

Traffico merci, il porto di Barcellona cresce: 44 milioni di tonnellate, segno positivo rispetto al 2019 (+5,6%)

Ufficializzati i dati, crescono importazioni ed esportazioni. In aumento passeggeri dei traghetti (+33,2%), faticano ancora le crociere che hanno ripreso l’attività solo a fine giugno

Genova – Traffico merci estremamente positivo per il porto di Barcellona che ha annunciato i dati fino al mese di agosto: superata quota 44 milioni di tonnellate con aumento del 17,5% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Dai vertici dello scalo spagnolo c’è soddisfazione anche perché rispetto all’epoca pre covid  c’è stato un balzo in avanti del 5,6%.

Nell’analisi dettagliata riguardante le esportazioni spicca la crescita di destinazioni come India (55,8%), Cile (49,3%), Arabia Saudita (43,7%), Messico (35,3%) e Stati Uniti (31,3%).

Nelle importazioni si registrano eccezionali incrementi in paesi come Turchia (45,6%), Egitto (43,8%), Arabia Saudita (32,4%), Cina (24,3%) e India (20,2%). Per quanto riguarda i passeggeri  i traghetti hanno raggiunto un totale di 662.945 passeggeri tra gennaio e agosto, con una crescita del 33,2%.

Per quanto riguarda l’industria crocieristica bisogna specificare che solo dal 26 giugno lo scalo ha potuto accogliere i ‘giganti del mare’ con l’arrivo della MSC Grandiosa: fino al 31 agosto sono stati registrati un totale di 113.972 passeggeri, che rappresenta un calo del 42,7% rispetto al 2020 ma indica una graduale ripresa.