Crociere e Traghetti

Traghetti, CMA CGM entra nel capitale di Brittany Ferries

La compagnia di traghetti ha pubblicato ieri i risultati finanziari di fine anno che, pur raddoppiando i ricavi a 444,7 milioni di euro, hanno mostrato un calo del 26% nel totale dei passeggeri

Marsiglia – CMA CGM ha convertito il suo precedente sostegno finanziario a Brittany Ferries in una posizione azionaria nell’operatore di traghetti tra Francia, Regno Unito, Irlanda e Spagna. 

CMA CGM aveva fornito 25 milioni di euro di sostegno a Brittany Ferries nel settembre 2021 per aiutare la ripresa post-Covid 19 della società. L’investimento consisteva in 10 milioni di euro di capitale convertibile e 15 milioni di euro di prestito. All’epoca, CMA CGM aveva affermato che si trattava solo dell’inizio di una partnership per “sbloccare le sinergie” tra le due società, compreso il settore del trasporto merci e per promuovere il trasporto marittimo sulla Manica.

Ora i dirigenti di entrambe le società hanno confermato un accordo per convertire il sostegno finanziario di CMA CGM in una posizione azionaria in Brittany Ferries. CMA CGM, nel dettaglio, guadagnerà una posizione di capitale fino al 12% in Brittany Ferries.

La compagnia di traghetti ha pubblicato ieri i risultati finanziari di fine anno che, pur raddoppiando i ricavi a 444,7 milioni di euro, hanno mostrato un calo del 26% nel totale dei passeggeri e un calo del 17% nel volume delle merci. Le rotte passeggeri tra il Regno Unito e la Francia sono state particolarmente colpite. I passeggeri tra Portsmouth e Le Havre sono diminuiti del 95% e Portsmouth e Cherbourg sono diminuiti del 58%, mentre le altre rotte sono diminuite dal 22 al 35% per un calo totale del 35% sul traffico sulla Manica. 

L’investimento in Brittany Ferries arriva un mese dopo che CMA CGM ha annunciato l’intenzione di acquisire un’altra compagnia di traghetti francese, La Méridionale