Logistica Porti

Brasile, un successo il test del treno merci da 120 vagoni operato da Rumo / Video

L’anno scorso, l’azienda ha effettuato 1.585 viaggi con il modello da 120 vagoni, che rappresentano proporzionalmente 2.377 viaggi in treno con 80 vagoni

Santos – Il test, secondo i promotori, è stato superato con successo. Rumo, società di logistica ferroviaria brasiliana controllata da Cosan Logística, ha completato il primo anno del progetto che collega il comune di Rondonópolis con il porto di Santos, operando treni da 120 vagoni. L’esperimento puntava ad aumentare la capacità e l’efficienza nel principale corridoio agroindustriale brasiliano.

IL NUOVO MODELLO

Il modello prevede un aumento di circa il 50% della capacità rispetto ai treni da 80 vagoni. Con 11.500 tonnellate a bordo di ogni treno, l’operazione ha registrato a marzo un volume mensile con oltre 5.500 milioni di tonnellate per chilometro movimentate nell’Operazione Nord, un volume equivalente a 3,9 milioni di tonnellate di merci.

La società aveva già registrato il volume più alto nella propria storia nel 2021, gestendo 64 miliardi di tonnellate/km. Il risultato è stato favorito dal flusso proveniente dal Mato Grosso, dove Rumo è cresciuta di 3,7 punti percentuali, trasportando 20 milioni di tonnellate, che hanno rappresentato una quota di mercato del 43% del volume di cereali esportati.

RISPARMI E TUTELA DELL’AMBIENTE

L’anno scorso, l’azienda ha effettuato 1.585 viaggi con il modello da 120 vagoni, che rappresentano proporzionalmente 2.377 viaggi in treno con 80 vagoni. Grazie alla nuova operazione si è registrata una riduzione di 792 corse, misura che, oltre a giovare ai flussi del settore produttivo, ha ridotto l’interferenza dei treni nei perimetri urbani dei comuni che attraversa.

Inizialmente progettato per essere alimentato da cinque locomotive, il treno è stato oggetto di studi e adattamenti per tutto il 2021 che hanno consentito di utilizzare solo quattro locomotori nella sua composizione. Questo fattore, e l’aiuto delle tecnologie di guida semi-autonoma, hanno consentito un ciclo più efficiente in grado di servire le principali regioni produttrici del paese.

Il nuovo modello utilizzato da Rumo è trainato dall’intero raccolto di soia, la cui stima dell’Istituto di Economia Agraria indica un raccolto di 39,48 milioni di tonnellate nel Mato Grosso nel raccolto 2021/22, il volume più imponente della serie storica, superando del 9,5% quanto raccolto nell’ultima stagione (36,05 milioni di tonnellate).

Attualmente, Rumo imbarca una media di 6,5 treni al giorno per il porto di Santos, di cui cinque partono dal principale terminal del grano in America Latina, a Rondonópolis.