Porti e Infrastrutture Shipping e Logistica

“Una pista ciclabile sullo Stretto di Messina”. Il tweet della ministra De Micheli finito nel mirino della rete e dei politici

Roma – “Abbiamo istituito una commissione per capire qual è lo strumento migliore per collegare la Sicilia alla Calabria. Per collegarle su ferro, su strada e con una pista ciclabile. L’opera che verrà deve essere sicura ed economicamente sostenibile”. E’ il tweet scritto da Paola De Micheli, diventato virale in rete, a quanto pare autentico, in cui la ministra dei Trasporti ritorna a parlare del Ponte sullo Stretto, un argomento decisamente divisivo, tanto più alla vigilia di elezioni amministrative molto importanti per il futuro del governo.

Il tweet della ministra Paola De Micheli diventato virale in rete

Nel giro di poche ore, la rete si è scatenata contro la ministra. Il primo a prendere le distanze da De Micheli è il suo collega di governo, il ministro del Sud Giuseppe Provenzano, dal palco degli Stati Generali promossi dalla CGIL Puglia: “Non voglio citare il Ponte sullo Stretto di Messina su cui si esercita la fantasia dei miei colleghi di governo – dice il ministro -: ora dopo il ponte ci sarà il tunnel, le piste ciclabili, arriverà anche il monopattino, e spero che nessuno proponga la funivia o la catapulta”.

Anche Raffaella Paita, deputata di Italia Viva, punge la ministra: “Se vogliamo davvero realizzare il Ponte sullo Stretto bisogna andare avanti con il progetto già pronto. Prendere in considerazione soluzioni alternative significa, di fatto, rimandare l’inizio dei lavori a non si sa bene quando. A nostro avviso – obietta – non è necessario insediare alcuna commissione perché il risultato certo di una simile decisione è rimandare l’inizio dei lavori o magari avventurarsi in soluzioni come il tunnel che, come dimostrano alcuni studi, è irrealizzabile. La Sicilia non può permettersi di aspettare oltre. In un contesto di crisi economica come quello attuale la sua realizzazione rappresenta un volano di crescita. Realizzarlo subito si può. Basta andare avanti con le idee che già ci sono”. Laconica, Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera: “Il governo ancora una volta non si smentisce all’insegna del più vecchio adagio della politica: quando non vuoi risolvere un problema, forma una Commissione”.