Crociere

Vendere le navi più vecchie e ritardare la consegna delle nuove: ecco il piano della flotta di Royal Caribbean

Miami – Royal Caribbean ha intenzione di proseguire con il piano di espansione della flotta anche nei prossimi anni. Lo ha confermato il CFO del gruppo nella call sui risultati del terzo trimestre.

La capacità aumenterà grazie alle nuove navi in ordine perché sono più efficienti e garantiscono maggiori opportunità di guadagni a bordo con le attività collaterali. Per riportare equilibrio nella flotta, una parte delle navi più vecchie sarà venduta o mandata a demolizione, come ha confermato il manager di Rccl.

Se una nave non si adatta strategicamente al brand – è il ragionamento – sarà rimossa. E’ un processo ancora in divenire secondo il Cfo.

La consegna delle nuove costruzioni attualmente nei cantieri sarà posticipata tra gli otto e i dieci mesi.

La liquidità del gruppo si è attestata a fine settembre a 3,7 miliardi di dollari e c’è stat un drastico calo del costo operativo della flotta ormai completamente ferma a 308,6 milioni di dollari.