Logistica

Vendita Ita Airways, il governo: “Le due proposte non sono soddisfacenti”

Franco: “Le proposte pervenute non sono pienamente coerenti con il Dpcm quindi chiederemo di formulare ulteriori proposte e in tempi brevi, dieci giorni”

Roma – L’obiettivo del governo è “procedere” con la vendita della quota detenuta dal Mef in Ita Airways ma, al momento, nessuna delle due proposte ricevute è “pientamente coerente” con il Dpcm che fissa le regole per la gara.

Lo ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, sottolineando che per questo è stato chiesto alle due cordate interessate di raffinare le proprie proposte “in tempi brevi”. L’inquilino di via XX settembre ha rilevato che “gli obiettivi dell’operazione sono, da un lato, la massimizzazione del valore della quota dello Stato, ma ce ne sono anche altri relativi alla governance, all’assetto internazionale, all’utilizzo degli hub nazionali o alle prospettive occupazionali”.

“La procedura è stata avviata in primavera sulla base del Dpcm che ha definito la cornice della vendita. La procedura è gestita dalla Direzione del Tesoro. Gli obiettivi dell’operazione sono di massimizzare il valore che sarà tenuto dallo Stato, ma anche una serie di altri obiettivi dalla governance all’assetto industriale, all’utilizzo e dimensione degli hub. Si tratta di dare una valutazione d’assieme”, ha spiegato il ministro.

“Vi sono due cordate molto interessate, hanno formulato le loro proposte e chiesto un approfondimento come due diligence, hanno riformulato altre proposte. Le proposte pervenute non sono nessuna delle due pienamente coerenti con quanto richiesto dal Dpcm”, ha detto il ministro.