Yacht

I Cantieri del Mediterraneo tornano alla piena operatività


Per aumentare la produzione in questi mesi sono stati fatti importanti investimenti sia tecnologici, come l’acquisto di un travel lift della capacità di 430 tonnellate

Bussana – Dopo la prima parte di lavori di messa in protezione e ristrutturazione, rientrano in piena attività – accogliendo il primo super yacht di 50 metri – i Cantieri del Mediterraneo. Lo annuncia una nota dell’azienda.


Il cantiere, situato a Bussana – Località Capo Verde, esiste dagli anni 60: era stato acquisito dalla Famiglia Amerio e destinato in primis alla costruzione di nuovi yacht tra cui i primi 35 Amer e, successivamente, per il refitting di imbarcazioni.

DSC_0181

“Recentemente è entrata nella compagine sociale la famiglia Maggiali che condivide, oltre alla passione per la nautica ed il mare, una visione strategica industriale che riguarda il rafforzamento dei servizi nautici per il segmento dei superyacht – continua la nota – la formazione e l’incremento di manodopera specializzata destinata a grandi scafi in composito e metallo gravitanti nella vicina Costa Azzurra e nei porti del Ponente”.


Per aumentare la produzione in questi mesi sono stati fatti importanti investimenti sia tecnologici, come l’acquisto di un travel lift della capacità di 430 tonnellate – che è stato collaudato nei giorni scorsi – che ha alato il primo scafo da 50 metri inaugurando così la stagione, sia strutturali relativamente agli spazi funzionali per le lavorazioni a terra. Tale espansione è stata possibile anche grazie alla collaborazione delle Istituzioni competenti.

Cantieri del Mediterraneo si prefigge inoltre, nel breve periodo, un nuovo importante investimento per accrescere ancora di più la potenzialità del sito produttivo, migliorando ulteriormente le aree ed aumentando considerevolmente l’indotto lavorativo utilizzando principalmente maestranze locali”.