Crociere Green&Tech Porti

Zaia: “Crociere fuori dal Canale della Giudecca e da San Marco”

Venezia – “Sosteniamo la presenza della crocieristica a Venezia fuori del Canale della Giudecca e del bacino San Marco. Questa è la nostra posizione”. È questa la linea che il presidente del Veneto, Luca Zaia, porterà al Comitatone nell’incontro del 21 dicembre.

“Abbiamo sempre parlato della possibilità di utilizzare il Canale dei petroli, la banchina nord di Marghera per le navi maggiori e con la pulizia del canale Vittorio Emauele la Marittima per quelle minori. Il decreto Clini-Passera, che è del febbraio 2012, – ricorda Zaia – diceva che tutte le navi sopra le 40 mila tonnellate dovevano uscire nel loro transito dal Canale della Giudecca nel bacino di San Marco. È stato fatto un provvedimento per quelle di 96 mila tonnellate per il loro contingentamento, ma a tutt’oggi, nonostante gli enti locali, cioè la Regione Veneto e il Comune di Venezia, abbiano dato piena disponibilità per una soluzione, abbiamo assistito ad un dibattito, che ormai è storico, tra il Ministero dei Beni Culturali, il ministero dell’Ambiente e il ministero dei Trasporti. Se non si mettono d’accordo, non ne veniamo fuori. Ma non si dica che c’è una posizione di ostruzionismo o ostativo da parte della Regione del Comune. Sono arrivato anche al punto di dire all’ultimo Comitatone – conclude – fate quello che volete ma risolvetela questa faccenda”.